Attualità

De Robertis: “500mila euro per un progetto di riforestazione urbana”

La Redazione
Dario de Robertis
"Ai confini tra lame e mare - Molfetta si tinge di verde" prevede la piantumazione di oltre cinque ettari di terreni di proprietà comunale, siti in quartieri periferici della città
scrivi un commento 793

Riceviamo e pubblichiamo la nota del consigliere comunale e consigliero metropolitano Dario de Robertis circa un progetto di riforestazione urbana, finanziato dall'area metropolitana di Bari sui territori di Molfetta, Gravina e Acquaviva.

Di seguito il corpo della nota.

La pubblicazione del decreto del Ministero della transizione ecologica con cui viene comunicata l’approvazione dei progetti ammessi a finanziamento attesta il grande lavoro che stiamo facendo con la Città Metropolitana di Bari. Ben 3 progetti presentati dalla CMB sono stati finanziati sui territori di Molfetta, Gravina di Puglia e Acquaviva delle Fonti.

Sin dal 16 marzo 2021, data della pubblicazione del bando sperimentale per la riforestazione urbana, ci siamo messi a lavoro per ottenere questo straordinario risultato, che contribuirà per parte sua alla strategia nazionale per la lotta ai cambiamenti climatici, abbattendo le emissioni di CO2. Il progetto dal nome “Ai confini tra lame e mare – Molfetta si tinge di verde” è un ambizioso progetto che propone la piantumazione di oltre cinque ettari di terreni di proprietà comunale, siti in quartieri periferici della città.

L’obiettivo oltre che ambientale persegue anche una miglioria della qualità della vita dei cittadini che vivono in periferia. In particolare si parla di una porzione di terreno che si trova tra la Lama Martina e la statale 16 bis, una porzione di terra che si trova a ridosso della pista di atletica Cozzoli, un altro intervento di forestazione verrà eseguito nella porzione di terra parallela alla ferrovia vicino al parco Tombino, ed un ultimo intervento verrà eseguito vicino al cantiere del nuovo porto commerciale.

Il costo complessivo del progetto è di 499.988,93 euro, e sarà sopportato dalle casse del Ministero della Transizione ecologica. L’intercettazione di questa opportunità è stata resa possibile grazie al grande lavoro fatto dalla Città Metropolitana di Bari in piena sinergia con l’amministrazione del Comune di Molfetta. Pertanto rivolgo un sentito ringraziamento al Sindaco nonché agli uffici tecnici della CMB e del Comune di Molfetta.

lunedì 25 Aprile 2022

(modifica il 27 Luglio 2022, 13:34)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Innocente Loiacono
Innocente Loiacono
3 mesi fa

Non piantate piante allergeniche altrimenti ci ritroveremo chiusi in casa