Politica

Robert Amato: “Per una Molfetta più vivibile, più moderna, più turistica, più sostenibile”

La Redazione
Robert Amato
Candidato nella lista "Molfetta Popolare", a sostegno di Tommaso Minervini
scrivi un commento 312

Quali sono i punti cardine del suo programma?
Turismo, infrastrutture, corso Umberto, lungomare, centro storico, parcheggi, decoro urbano, lavoro, socialità, questi sono i temi su cui ho concentrato la mia campagna elettorale, che è stata fondata sui programmi, sull’idea di città che abbiamo, su quello che è stato fatto, su quello che abbiamo programmato già in questa legislatura per il futuro strategico di questa città, e su quello che c’è ancora da fare. Penso che questa città debba ripartire dal mare, la risorsa più bella e naturale di cui disponiamo e a cui si lega il turismo e il settore industriale con le opere strategiche ad esse connesse, come il nuovo porto commerciale, le nuove banchine sul porto vecchio che permetterà l’attracco della nautica da diporto, l’apertura e fruibilità dell’ex Park club che diventerà un nuovo luogo di aggregazione giovanile, il waterfront e la piena balneabilità di tutta la zona costiera di ponente, il restyling del lungomare colonna ripensato per un nuovo approccio turistico con strutture leggere e con la piena balneabilità di quel tratto costiero. Nel centro storico, completamente ristrutturato, dobbiamo incentivare l’apertura di nuovi esercizi commerciali con agevolazioni fiscali e affittuarie come accaduto in altre città, il corso Umberto deve ritornare ad essere centrale nelle strategie commerciali di questa città, investendo negli eventi, nell’ampliamento dei parcheggi, così come abbiamo pensato di fare destinando una grande area parcheggi sotterranea e in superficie presso l’ex area mercatale, dovendo prima o poi discutere la possibilità che si possa aprire il corso alle auto per riportare un po' di vita nelle ore serali e lavorative. Certamente dobbiamo fare uno sforzo maggiore nella cura del verde pubblico e del decoro urbano, potenziando le aziende che se ne occupano con nuova forza lavoro.

Perché votare Tommaso Minervini?
In un momento cruciale in cui la città è in una fase di trasformazione e cambiamento, dove ci troveremo a gestire una grande quantità di denaro derivante dal PNRR, è necessario che al governo di questa città vi siano amministratori come Tommaso Minervini che conoscano la macchina amministrativa e che abbiano già l’idea di come destinare questi finanziamenti per progetti e opere concrete, come quelle che in questo quinquennio appena concluso abbiamo già posto in cantiere. Inoltre va premiata la continuità di una squadra di governo che ha concluso una legislatura operosa con le tante opere realizzate nel settore industriale, urbanistico, sportivo, non dimentichiamoci del grande sforzo compiuto nel periodo COVID, con un hub vaccinale tra i più funzionali ed organizzati in tutta l’area metropolitana, con gli aiuti messi in campo per le famiglie e le attività commerciali colpite dalla crisi economica derivante dalla pandemia. Voglio ricordare un dato: ogni città che è cresciuta negli anni ha avuto una continuità amministrativa decennale, a cominciare da Bari con Decaro, Giovinazzo con De Palma, Bisceglie con Napoletano e Spina, questo a dimostrare che una città si sviluppa su un piano decennale di programmazione e investimenti

Perché votare Robert Amato?
Chi mi conosce sa quanto amo la mia terra e quanto da anni lavoro ogni giorno per contribuire alla crescita di questa città, perché la politica, quella buona, si può fare senza cariche e senza incarichi ma necessita di passione, dedizione, competenza, conoscenza, ascolto. È arrivato però il momento di mettersi in gioco anche all’interno della macchina amministrativa, per poter incidere maggiormente nello sviluppo strategico di Molfetta. Credo, in 15 anni di politica, sia attiva, sia dietro le quinte, unite alle mie competenze giuridiche e professionali di aver raggiunto una maturità e una conoscenza tale da poter svolgere il ruolo di consigliere comunale a cui mi candido al meglio e a fronte di tutto questo chiedo fiducia ai Molfettesi che vorranno premiarmi.

Come vede Molfetta al momento e cosa può diventare?
Tanto è stato fatto con Tommaso Minervini Sindaco ma tanto ancora c’è da fare e da finire, insieme a lui, con i tanti progetti approvati e finanziati dal PNRR, con le idee e le proposte che formuleremo e svilupperemo per far sì che Molfetta diventi un polo non solo industriale ma turistico in tutta la provincia di Bari e della Regione Puglia.
Molfetta sta cambiando, dal mio punto di vista in meglio, abbiamo grandi potenzialità, un patrimonio artistico, paesaggistico e culturale di primo livello e va sfruttato. Siamo a cavallo del cambiamento e non per nulla il mio slogan elettorale parla di futuro, perché il futuro è adesso e dobbiamo approfittare ora della grande possibilità di poter concretizzare i tanti progetti in cantiere per rendere questa città ancor più vivibile, più moderna, più turistica, più sostenibile e al passo con i tempi che oggi cambiano velocemente, io ci credo fermamente.

giovedì 9 Giugno 2022

(modifica il 27 Luglio 2022, 11:42)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti